Stalking, il reato si configura anche se le singole condotte persecutorie sono reiterate nell’arco di una sola giornata - Portale Attiemodellidipoliziagiudiziaria Blog! - Atti e modelli di Polizia Giudiziaria

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Stalking, il reato si configura anche se le singole condotte persecutorie sono reiterate nell’arco di una sola giornata

Pubblicato da Giurisprudenza Penale in Penale · 3/2/2018 13:37:00
Cassazione Penale, Sez. V, 3 gennaio 2018 (ud. 1 dicembre 2017), n. 104

In tema di stalking (art. 612-bis c.p.), la Suprema Corte ha ribadito l’orientamento secondo cui, ai fini della integrazione del reato, non si richiede l’accertamento di uno stato patologico, ma è sufficiente che gli atti ritenuti persecutori abbiano un effetto destabilizzante della serenità e dell’equilibrio psicologico della vittima.
Con specifico riferimento al breve arco temporale nel quale le condotte sono state poste in essere, è stato inoltre affermato il principio secondo cui il delitto di atti persecutori si configura anche quando le singole condotte sono reiterate in un arco di tempo molto ristretto – anche nell’arco di una sola giornata – a condizione che si tratti di atti autonomi e che la reiterazione di questi, pur concentrata in un brevissimo arco temporale, sia la causa effettiva di uno degli eventi considerati dalla norma incriminatrice.



Nessun commento

 
Sicurezza sito web
Torna ai contenuti | Torna al menu